domenica 8 marzo 2009

Ristorante e bar a Parigi: Pizzachic.

La pizza di Pizzachic è stata giudicata da Le Figaro la migliore di Parigi insieme a quella di Bistrot Napolitain: ho pubblicato il link della classifica un paio di settimane fa sul blog.

Il locale è in una traversa di rue des Rennes, in un quartiere dove i prezzi degli appartamenti non scendono sotto i 10000 euro al metro quadrato, e l'ambiente è piacevole: i tavoli sono grandi e comodi (chi è abituato alle brasserie di Parigi sa a cosa mi riferisco), ben distanziati tra loro. A servire ci sono 3-4 ragazze, tutte italiane, cosi' come il pizzaiolo.

La pizza è effettivamente molto buona e gli ingredienti sono tutti di ottima scelta: non c'è una grande varietà di pizze, non più di 12 ad occhio e croce, pero' mi è stato possibile ordinare una pizza personalizzata. La pasta della pizza è pure di ottima qualità, sottile al punto giusto.

Tra le poche pizze che ho assaggiato a Parigi è sicuramente la migliore.

Le ragazze sono gentili e sorridenti, solo che la qualità del servizio non è quello che ti aspetti da un locale cosi' caro. Al nostro tavolo si sono confuse e alla fine la pizza che mi hanno portato non era precisamente quella che avevo ordinato. Dopo averglielo fatto notare mi hanno chiesto se andasse bene lo stesso la pizza servitami o se se volevano che la rifacessero: ovviamente ho accettato la pizza già fatta senza fare troppo il rompiscatole, pero' mi sarei aspettato un piccolo 'gesto commerciale' a fronte di un loro errore (non cosi' grave, sia chiaro), per esempio una birra offerta.

La nota dolente è arrivata con il conto: ci siamo ritrovati con ben 9 euro per due caraffe di acqua: preciso che l'acqua che ci hanno portato era in delle bottiglie di vetro già aperte e sapeva molto di rubinetto. Non so se fosse acqua di bottiglia (ma ne ho forti dubbi), pero' in tal caso mi sarei aspettato che avessero portato le bottiglie al tavolo ancora chiuse e poi le avessero aperte di fronte ai nostri occhi, come dovrebbe essere.

Quindi: 9 euro per due caraffe di acqua del rubinetto. Trovo che cio' non si addica ad un locale dal nome cosi' importante e dai prezzi cosi' cari.

Le pizze sono molto care: quelle con il prosciutto crudo sono sui 21-22 euro e la Margherita mi pare (ma non ci metterei la mano sul fuoco) sui 16.

I dolci non costano meno di 8-9 euro, con una punta di 13 euro per una pizza alla nutella. Mi ha molto colpito il prezzo del gelato da due gusti: ben 9 euro.

Concludendo: pizze molto buone ma care, servizio e trasparenza del conto non all'altezza del prezzo.

Pizzachic, 13 rue des Mézières, 75006

2 commenti:

radicchiodiparigi ha detto...

...ladri!

dekl resto non a caso si chiama "pizzachic"

Dalla tua descrizione mi faceva voglia provarla ma.... che prezzi acciderba

Colonnello kurtz ha detto...

Dài, provala, mi interessa il parere di "un'esperta".

Ho scoperto tra l'altro che la pizzeria è fondata e gestita da un francese, tale Julien Cohen, nella ristorazione parigina da molto tempo con altri ristoranti di tendenza (questo è quanto riporta Google).