domenica 23 dicembre 2012

Un film: Wuthering Heights

Titolo francese: Les hauts du Hurlevent.

Regia di Andrea Arnold



Adattamento cinematografico di Cime tempestose, di Emily Bronte.

Dalla regista di Fish Tank. Pochissimi dialoghi in questo film, solo i suoni della natura, l'abbaiare dei cani, il vento. Una bella fotografia notturna, molta camera a mano con riprese volutamente confuse, un personaggio maschile che non convince, soprattutto quando è un ragazzino. Riprese della natura troppo copiate  da quelle di Malick.

Voto di Kurtz: più.


giovedì 20 dicembre 2012

mercoledì 19 dicembre 2012

Vecchi mezzi: furgone Renault





Modello a me incognito, presenta una caratteristica interessante: sul lunotto posteriore vi si trova un adesivo de La Cinq, lo sfortunato ex canale francese dell'imprenditore Silvio Berlusconi.

domenica 16 dicembre 2012

Vecchie auto: Citroën H




Vecchio furgone Citroën, in mediocri condizioni, usato a fini pubblicitari nel quartiere parigino del Marais, con tanto di Babbo Natale alla guida.

Da qualche breve ricerca in rete dovrebbe trattarsi del modello H.

Un film: Populaire

Regia di Regis Roinsard



Fine anni '50. Rose, sulla ventina, ha il futuro segnato: sposare il figlio del meccanico del paese normanno dove vive. Lei si rifiuta e va a vivere in città, dove diventa segretaria per un assicuratore: come segretaria non è tanto sveglia, ma ha la capacità di scrivere a macchina molto velocemente. L'assicuratore la spinge ad allenarsi per vincere i campionati di dattilografia.

Storia banale, leggera e prevedibile. Buona ricostruzione estetica del periodo, ma nulla di più: la condizione della donna, la cui massima aspirazione a cui tempi era diventare segretaria per un uomo, è solo abbozzata, mentre tutto il resto del film si concentra sulle competizioni.

Voto di Kurtz: indifferente.

sabato 15 dicembre 2012

Korcarz



- Buongiorno, vorrei un sandwich formaggio e prosciutto.
- Korcarz che glielo do'.

Babbo Natale sugli Champs Élysés

I bambini che credono ad un Babbo Natale che scorre su un filo d'acciaio non devono essere tanto svegli...


giovedì 13 dicembre 2012

Un film: Dupã dealuri

Titolo francese: Au-delà des collines
Italiano: Oltre le colline

Regia di Cristian Mungiu



Voichita è una giovane suora e vive in un convento ortodosso nelle montagne rumene, sotto la direzione di un dispotico prete. Alina, amica di Voichita dall'infanzia, ritorna dalla Germania, dove era emigrata e va a trovare Voichita, cercando di convincerla a lasciare il convento e a vivere con lei. La presenza di Alina porta del turbamento nel convento.

Film essenziale, asciutto, con una cura particolare nella composizione dell'immagine. Buona storia, mai noiosa nonostante la lunghezza (2h30).

Voto di Kurtz: doppio cuoricino.


mercoledì 12 dicembre 2012

Vecchie auto: Jaguar XJS



Ho sempre avuto un debole per le Jaguar, soprattutto per i modelli non recenti. L'esemplare in figura, pur essendo un po' tamarro a causa dal colore troppo acceso e dai cerchi poco adatti, non poteva certo scappare all'obiettivo del vostro blogger preferito :-)

giovedì 18 ottobre 2012

Un film: Después de Lucía

Regia di Michel Franco



Lucia ha perso la madre in un incidente d'auto, e si trasferisce in Messico con il padre. Nella nuova classe, Alejandra diventa una vittima.

Era da tanto tempo che non vedevo un film cosi' insulso: ad una prima parte lentissima ed insignificante segue una parte in cui si sussuegono tutte le vessazioni subite da Alejandra dai suoi poco simpatici compagni di classe. Si salvano solo gli ultimi minuti finali.

Voto di Kurtz: meno.

mercoledì 17 ottobre 2012

Un film: Compliance

Regia di Craig Zobel



Sandra dirige un fast food. E' venerdi' sera, è pieno di gente. Tra i suoi impiegati c'è Becky. Ad un certo punto arriva la chiamata di un ispettore: questo convince Sandra che Becky ha rubato ad una cliente e che deve tenere Becky in uno stanzino mentre la volante arriva.

Film sulla manipolazione, il potere dell'autorità e forse anche sulla stupidità e sulla cieca osservazione delle procedure.
Girato bene, tanta tensione e tante domande. In alcuni momenti difficile da guardare.

PS. Tratto da una storia vera, ma io dubito che sia una trovata pubblicitaria.

Voto di Kurtz: cuoricino.

martedì 16 ottobre 2012

Un film: Reality

Regia di Matteo Garrone.



Luciano è un pescivendolo. Aperto, bel carattere, fa qualche truffa per arrotondare lo stipendio e vive in un quartiere popolare di Napoli. E' affascinato da Enzo, un pirla il cui unico merito è di aver partecipato ad un'edizione de Il grande Fratello. Luciano fa i provini per essere ammesso nella nuova edizione del programma.

Se dovessi scommettere il mio fottuto cent su un regista italiano, probabilmente lo farei su Garrone, autore di altri bei film come L'imbalsamatore, Primo amore e Gomorra.
Reality, pur non raggiungendo a mio avviso la bellezza dei film precedenti, se la cava bene: almeno due sequenzi spettacolari, quella iniziale e quella finale, una storia frizzante e un ottimo interprete. Peccato solo per i personaggi di contorno, tratteggiato in modo un po' superficiale.

Voto di Kurtz: cuoricino.

lunedì 15 ottobre 2012

Un film: In darkness

Regia di Agnieska Holland

Titolo francese: Sous la ville.



Un gruppo di ebrei vive per 13 mesi nelle fogne aiutati da un polacco addetto alla manutenzione delle canalizzazioni: prima il polacco fa questo per soldi, poi perché è buono dentro.
Tratto da una storia vera.

Narrazione piatta e prolissa.

Voto di Kurtz: indifferente.

mercoledì 10 ottobre 2012

Un film: Starbuck

Regia di Ken Scott



David è un uomo sulla quarantina.Circa 18 anni fa era donatore di sperma alla banca del seme (per motivi economici). Ora maggiorenni, i suoi 500 figli decidono di volerlo conoscere.

Nonostante un'idea simpatica alla base, il buonismo spicciolo che impregna la pellicola mi ha reso la visione poco piacevole.

Voto di Kurtz: meno.

martedì 9 ottobre 2012

Un film: Cherchez Hortense

Regia di Pascal Bonitzer



Damien è un borghese benestante. Ha una moglie artista che lo tradisce, un figlio e un padre molto importante. E proprio al padre si rivolge per aiutare una ragazza straniera, Zarica, che vive in Francia senza permesso di soggiorno.

Tre bravi attori nello stesso film: Bacri (uno degli attori francesi che preferisco), Isabelle Carré e Kristin Scott Thomas. La storia scorre bene, con alcune scene simpatiche.

Voto di Kurtz: più.

sabato 6 ottobre 2012

venerdì 5 ottobre 2012

Vecchie auto: Alfa Romeo Arna



Quest'auto ha una particolarità: è stata eletta dai lettori de Il sole 24 ore come l'auto più brutta, distanziando addirittura la leggendaria Fiat Duna di qualche posizione.

giovedì 4 ottobre 2012

Il Videopac

Girovagando nella casa dei miei genitori sono stato travolto da alcuni relitti di un'altra epoca, per esempio le cassette del mio Videopac Philips 7000. Sono sempre stato un radical-chic, anche da piccolo: mentre i miei amici avevano l'Atari o l'Intellevision, io mi sono fatto comprare il Videopac. Oh, a me sembrava molto meglio dei suoi concorrenti e per di più aveva una vera e propria tastiera: senza contare il fatto che era l'unica consolle con cui si poteva fare un po' di programmazione (in Assembly), ovviamente dopo aver comprato l'apposita cassetta. E cosi' dopo in solo qualche ora di programmazione potevi scriverti un bel programmino che ti calcolava l'area del quadrato o cose simili. Peccato che allo spegnimento della consolle perdevi tutto, per il semplice fatto che non c'era la possibilità di registrare le tue fatiche.

Questa è una delle 7-8 cassette che ancora resistono a casa dei miei. Mi spiace solo aver gettato la consolle e i suoi joystick qualche decennio fa :-(



Qui Wikipedia sul Videopac.

lunedì 1 ottobre 2012

Un film: Killer Joe

Regia di William Friedkin



Un ragazzo, con l'aiuto del padre, decide di ingaggiare un killer per far fuori la madre ed incassare i soldi dell'assicurazione. Quale migliore killer sulla piazza di Killer Joe?

Questo film è insano, e a me piacciono i film insani, sono i miei preferiti. In quanto a "insanità" mi ha ricordato Henry pioggia di sangue, il che è tutto dire :-)
Ci aggiungiamo una straordinaria interpretazione di Matthew McConaughey (nello stesso periodo in sala anche con Magic Mike) e il fatto che il film è anche divertente, se visto con un certo distacco.

Voto di Kurtz: cuoricino.

sabato 29 settembre 2012

Il bagno in mare

Ad un certo punto della tua tranquilla vita parigina métro-dodo-boulot capita di dover prendere il primo aereo per la Calabria, perché una situazione grave lo richiede.

Capita anche che tra un trambusto e l'altro, nel pigro e caldo sud fuori stagione - tra agave, cani randagi e i negozi chiusi fino alle 17 - tu trovi il tempo di fare un bagno in mare e che quel bagno fuori stagione sia il più bello lungo e liberatorio di tutta la tua esistenza.



giovedì 20 settembre 2012

Un film: Ombline

Regia di Stéphane Cazes



Ombline è una giovane e bella (l'attrice è Mélanie Thierry) ragazza che finisce in prigione dopo aver aggredito un poliziotto. In prigione partorisce e scopre quanto sia brutto crescere un figlio nell'ambiente carcerario.

Film interessante, con qualche pecca (un paio di scene strappalacrime, una metafora banale che accompagna tutta la storia) ma intenso.
Ho constatato durante le mie visioni francesi che il carcere è un'ambientazione relativamente diffusa nel cinema francese. Chissà perché...

Voto di Kurtz: più.

martedì 18 settembre 2012

Un film: Margaret

Regia di Kenneth Lonergan



Lisa, adolescente 17 anni, assiste ad un incidente mortale di cui si sente in parte colpevole.

Film dalla genesi difficile (è stato girato nel 2005 ma vede la luce solo ora) e dalla pessima distribuzione (a Parigi è uscito in una sola sala e per di più doppiato in francese). Secondo il vostro blogger preferito si tratta di una delle cose più belle degli ultimi mesi, una spanna sopra tutto il resto. La scena finale del film (a cui ha contribuito anche Martin Scorsese), è da brividi. La ragazzina, Anna Paquin, è fantastica nelle sue crisi. Mi fermo qui perché potrei scrivere millanta righe per descrivere le cose belle di questo film.

Voto di Kurtz: sindrome di Stendal.

lunedì 17 settembre 2012

Un film: Monsieur Lazhar

Regia di Philippe Falardeau



Montreal, Canada. La professoressa Martine, in depressione da tanti anni, si suicida: la scuola ha bisogno di un nuovo insegnante. Come il cacio sui macheroni, ecco presentarsi Monsieur Lazhar. La classe non è facile, tra lo shock del suicidio e la difficile età dei ragazzi (12 anni).

Buon film, raccomandato per la sua delicatezza. Peccato che il francese dei canadesi per me a volte risulti incomprenbile (perdo circa il 20% dei dialoghi a causa del loro accento malefico - la cosa che mi consola è che la Francese pure non riesce a capire tutto del loro francese).






Voto di Kurtz: più.

domenica 16 settembre 2012

Un film: Camille redouble

Regia di Noémie Lvovsky



Camille è una 40enne sul punto di separarsi dal marito. In seguito ad un'ubriacatura si ritrova indietro nel tempo, ai tempi del liceo.

Il soggetto della storia non è particolarmente originale (sembra sia molto ispirato ad un film di Coppola), ma tuttavia poteva dare ottimi spunti. Invece il risultato è terribilmente piatto e noioso, con pochi spunti interessanti.



Voto di Kurtz: meno.

L'unica cosa positiva del film è che mi ha dato voglia di comprarmi un orologio al quarzo Casio con il cronometro, come quello che portavo negli anni '80.

mercoledì 29 agosto 2012

Poesia

Di Guido Catalano

la fine arriverà come una pallonata negli occhiali scagliata da un bimbo obeso alle quindici circa di un pomeriggio assolato in un prato secco di periferia e

se vieni al mio funerale ti tengo un posto in prima fila
niente fiori per favore
i fiori lasciali morire dove amano fiorire
preferirei dei salatini
pizzette
dovresti riuscire a convincere quelli delle Pompe
a mettermeli in bara
e

niente lutto per cortesia
vestiti come più ti garba
colorata leggera
mostra le gambe
che le hai belle le gambe tu
e
niente lacrime per carità
che io quando vedo la gente che piange
mi viene da piangere
come il vomito
o gli sbadigli
e
sussurra pure ai tuoi vicini:
“egli non è morto sapete?
è scappato
sta con Elvis, Bob e Marilyn
in un’isola
a bere vino bianco fresco
sulla spiaggia”
poi
tornerai a casa
avrai stanchezza e sonno
indosserai la tua camicia da notte azzurra
ti coricherai
chiuderai gli occhi
dormirai
e
ti verrà a trovare in sogno
un piccione sognatore
con un foglietto arrotolato
legato
alla zampa
sui cui sarà vergato
l’indirizzo segreto
dell’isola segreta
e
tu
mi verrai a trovare
potrai farlo volando
in treno
o nuotando sotto il mare
ti offrirò baci fuori stagione
ti offrirò da bere
faremo molti pettegolezzi
molte carezze
ti insegnerò a suonare la sabbia e il legno
inventeremo nuove posizioni impossibili
mi insegnerai a cucire i bottoni
e a dir la verità su ciò che fui
ti stupirò
mi stupirai
saremo stupidissimi e stupendi

giovedì 16 agosto 2012

martedì 14 agosto 2012

Un po' di vecchie auto

Le mie vacanze calabresi sono state mediamente ricche di tregge, come al solito. Non sempre avevo la compatta per poterle fotografare, purtroppo: aggiungo pero' che le poche tregge fotografate sono piuttosto interessanti.

Fiat 128 familiare, in pieno lungomare pomeridiano. Ottime condizioni, come molte tregge in uso in Calabria. Non ero a conoscenza dell'esistenza di quest'auto, e sinceramente non penso che abbia fatto storia per la sua linea.





Fiat 124S: meno rara della precedente, ha il suo perché nonostante il colore che al giorno d'oggi sarebbe improponibile. 




Alfa Romeo Sprint 1300.
Scopro solo ora su Wikipedia che in realtà l'Alfa Romeo Sprint non è altro che l'Alfasud coupé, che ad un certo punto è stata rinominata in Sprint e basta.
Non vecchissima (la produzione è terminata alla fine degli anni '80), ma non frequente da incontrare per strada.






E per concludere una splendida BMW 2002 automatica,vecchia di 42 anni a detta di un amico del proprietario.
Si tratta di un 2000 di cilindrata e non voglio immaginare quanto consumasse un 2000 prodotto tra gli anni 60 e 70...




martedì 24 luglio 2012

Appartamento in vendita a Parigi

Nel passato ho già segnalato in questo blog delle ghiotte occasioni di appartamenti in vendita a Parigi. Oggi segnalo un appartamento la cui superficie abitabile è di ben 3metri quadrati (quella al suolo di quasi 14m): insomma, una piccola reggia, venduta alla modesta cifra di 75 000€ (25 000€ al metro quadrato. No comment).

Di questo passo le prossime abitazioni in vendita a Parigi saranno i loculi vuoti del Père Lachaise.

Qui il link dell'annuncio dell'agenzia Century21, che ricopio qui sotto per i lettori che leggeranno questo post quando l'appartamento non sarà più disponibile. Notare nella foto dell'appartamento il crocifisso accanto all'immagine di una donna in posa lasciva.

Vente appartement - PARIS (75011) - 3.0 m² - 1 pièce 75 000 € FAI*

Voir les photos de l'annonce immobilière : Vente appartement - PARIS (75011) - 3.0 m² - 1 pièce




Métro Rue St Maur, quartier Oberkampf, située au 3 ème étage d'une copropriété ancienne ravalée avec sa cour fleurie, agréable chambre d'environ 14 m2 au sol avec coin cuisine et wc sur le palier.Mansardée, beaucoup de charme avec des poutres apparentes, idéal petit pied à terre parisien !

En détail

  • Type d'appartement: chambre
  • Surface totale: 13.8m2
  • Surface habitable: 3m2
  • Type d'immeuble: Ancien
  • Année construction: 1900
  • Nombre de pièces: 1

Equipement

  • Isolation
  • ChauffageIndividuel: électrique
  • Eau chaude: Individuelle électricité
  • Façade: Crépis
  • Digicode
  • Interphone

A savoir

  • Travaux récents: ravalement façade
  • Charges / mois : 9.0 €
  • Taxe foncière : 48.0 €