domenica 26 ottobre 2008

Un film: Mesrine: L'instinct de mort

Francia, Canada, Italia, 2007. Regia di Jean-François Richet
Mk2 Bibliothéque, mercoledi sera. Mai vedere un film molto pubblicizzato il giorno dell'uscita in sala.

Primo dei due film dedicati a Mesrine, un malvivente francese che ha agito negli anni '60 e '70 tra Francia e Canada.

Vincent Cassel nei panni di Mesrine è efficace e credibile, mentre Depardieu è completamente fuori luogo nella sua interpretazione di un potente boss: da questo e altri particolari viene fuori come il cinema francese non abbia nel proprio dna i film di mafia e delinquenza.

Il film comunque ha un ottimo ritmo, con una sequenza spettacolare, quella della fuga dalla prigione, mentre in altre il regista si fa prendere un po' troppo la mano ed esagera, perdendo di credibilità.

Alcuni personaggi un po' troppo "di contorno", come i genitori del protagonista o qualche ragazza con cui Mesrine si accoppia.

Il 19 novembre la seconda parte.

Voto di Kurtz
: cuoricino.

Poster

"La barricata chiude la strada ma apre la via".

venerdì 24 ottobre 2008

Una merda di uomo.


...Quanto alla possibilita' di usare la forza pubblica espressa dal presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, Cossiga ha detto: ''Maroni dovrebbe fare quello che feci io quando ero ministro dell'Interno'', ha continuato. ''In primo luogo lasciare perdere gli studenti dei licei, perche' pensi a cosa succederebbe se un ragazzino di dodici anni rimanesse ucciso o gravemente ferito...''. ''Lasciar fare gli universitari - ha continuato - Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle universita', infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le citta'''. ''Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovra' sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri'', ha affermato Cossiga. ''Nel senso che le forze dell'ordine non dovrebbero avere pieta' e mandarli tutti in ospedale - ha continuato - Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in liberta', ma picchiarli e picchiare a sangue anche quei docenti che li fomentano''. ''Soprattutto i docenti - ha sottolineato - Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine si'....

Francesco Cossiga, estratto di intervista, ottobre 2008.

L'integrale dell'intervista qui

lunedì 13 ottobre 2008

Una bici particolare

Sabato pomeriggio a Parigi.



Un film: Rumba

2008, Belgio, Francia. Regia di Dominique Abel, Fiona Gordon e Bruno Romy.

Bello! Più che un film un insieme di gag e scenette divertentissime con due attori amabili e simpatici. La sceneggiatura a volte è un po' inconsistente, ma questo non ha importanza.

Evitatelo se non apprezzate il senso dell'umorismo surreale e non-sense.

Bella l'ambientazione delle ultime scene, sul mare nel nord della Francia.

Voto di Kurtz: cuoricino.

Un film: Vicky Cristina Barcelona

Woody Allen, 2007. USA
Mk2 Quai de Seine, autunno 2008.

Non è male il nuovo Woody Allen: la sceneggiatura è ben solida, ci sono delle belle donne (Rebecca Hall su tutte) e a parte una voce fuori campo troppo presente il film scorre bene.

Riflessioni sulla coppia, sia classica che estesa, sui sentimenti, sulla stabilità, la voglia di nuovo e il vecchio che ritorna.

Il regista ha voluto strafare: di solito i sentimenti di un uomo si dividono nei film tra due donne, qui addirittura tra tre!

Voto di Kurtz: più.

giovedì 9 ottobre 2008

Un film: Appaloosa.

Regia di Ed Harris, 2007. USA
Mk2 Bibliothéque

Che delusione questo western: neanche il buon Viggo Mortensen riesce a risollevarlo, anzi il suo personaggio è il peggiore! La storia non ha mordente ed è noiosa.

Insomma, niente di interessante.

Voto di Kurtz: indifferente.

Un film: Europa

Svezia, Francia, Danimarca, Germania, Svizzera, 1991. Regia di Lars von Tries
Ottobre 2008, DVD

Ho sempre adorato questo film di Lars Von Trier, del periodo pre Dogma: artificio allo stato puro, una cura per l'immagine e per i suoni ai massimi livelli, immagini misto di bianco nero e colori, sovraimpressioni. Il tutto pero' con una solida storia dietro.

L'inizio e la fine sono da antologia del cinema.

Voto di Kurtz: doppio cuoricino.

Un film: Séraphine.

Francia, 2007
08.10.2008, UGD Danton, sala 3.

Film biografico, tratta la vita della pittrice francese Séraphine Louis, donna delle pulizie e nel tempo libero pittrice.

Buon film, molto delicato, con un'ottima Yolanda Moreau e un bel finale.

Voto di Kurtz: cuoricino.

"Fenomeni isolati di razzismo".


Qui l'articolo completo.

mercoledì 8 ottobre 2008

Benedetto, rispondi se mi leggi.

A volte le domande più intelligenti e semplici non ci vengono in mente.

Per sapere di cosa parlo, vi rinvio a questo post su un blog amico.

martedì 7 ottobre 2008

Avviso ai naviganti: servizio da Repubblica

Vi segnalo che su Repubblica potete trovare a questo indirizzo un interessante servizio fotografico sull'attore Jim Carrey che esce dal supermercato con suo padre dopo aver fatto la spesa e si avvia verso l'auto.

Il momento più coinvolgente trovo che sia quando l'attore apre la portiera della macchina.

(per gentile concessione da Repubblica on line)

giovedì 2 ottobre 2008

Appartamento in vendita. O era 'divano in vendita'? Parte II

Questa sera ho fatto un giro sui siti delle agenzie immobiliari, per pura curiosità.

E cosa ho trovato? L'appartamento a Nogent sur Marne di cui avevo parlato qui.

E' sempre li', a distanza di 9 mesi, ancora con la stessa foto del divano: ora, se io fossi un'agenzia immobiliare e avessi un appartamento invenduto da 9 mesi, forse mi chiederei il perché e inizierei a cambiare la foto. Loro no, continuano con la stessa foto, mese dopo mese.

Le agenzie immobiliari sono tra le cose più buffe al mondo.