venerdì 4 gennaio 2008

Soddisfatti o rimborsati.

Premessa: questo è un post vanziniano.

Da qualche mese si vede ripetutamente nei media la pubblicità dello yogurt Activia, della multinazionale francese Danone, che introduce, forse per la prima volta nel campo dell'alimentazione, il concetto di soddisfatto o rimborsato.

La pubblicità è chiara: il prodotto si rivolge essenzialmente a chi ha problemi intestinali, di sensazione di pienezza e dovrebbe aiutare "a ritrovare la propria regolarità".

In parole povere, lo yogurt Activia aiuta a cacare e a regolarizzare l'intestino. Nobile scopo: l'alimentazione industriale e i ritmi stressanti alterano sovente la regolarità intestinale.

La pubblicità dice pure che in caso di insoddisfazione del prodotto si puo' ottenere il rimborso: ottimo, mi sono detto. Finalmente un'azienda seria che ha a cuore i suoi clienti e le loro cacate.

Dubbio: come dimostri che il tuo intestino non si è regolarizzato dopo aver mangiato l'Activia per due settimane?

Mi sono dato le seguenti risposte:

1. Autocertificazione: scrivi in una bella letterina alla Danone dicendo che non cachi regolarmente, proprio come prima dell'Activia.
Ma è proprio il caso di informare una multinazione dei miei problemi intestinali?
Cosi' poi mi ritrovo ogni giorno nella cassetta delle lettere quintali di pubblicità di lassativi, di clisteri e di prugne.
E magari poi il postino quando mi incrocia mi fa sorridendo: "Com'è andata? L'ha fatta?"

2. La Danone invia a casa tua un suo ispettore che vivrà con te per un paio di giorni e che al termine del periodo di osservazione scriverà un completo rapporto sul tuo intestino.


In realtà, ho appena fatto una breve ricerca su internet e mi sono imbattuto sul sito della Danone Canada, dove sono spiegate molto chiaramente le regole per avere il rimborso (non ne sono sicuro, ma immagino che il regolamento sia simile a quello italiano): in pratica si tratta di scrivere davvero un'autocertificazione, spiegando in una breve letterina di almeno 15 parole i motivi per cui non siete soddisfatti dello yogurt (Gentile servizio rimborsi, la stitichezza continua a rovinarmi la vita. A dire il vero, pero', da quando mangio lo yogurt Activia sono diminuiti
i gas intestinali dopo i pranzi, con grande soddisfazione dei miei colleghi, ma non mi ritengo soddisfatto del tutto per cui chiedo il rimborso).


Non sei soddisfatto dello yogurt? E la Danone Canada cosa fa? Ti invia come rimborso dei buoni di acquisto per altri yogurt Activia! Leggere per credere il regolamento ufficiale.

Ancora sul regolamento si parla delle possibili frodi: in tal caso la Danone Canada ti chiede indietro il rimborso più spese varie. E come fa ad accertare la Danone la frode? Come fa a sapere che il tuo intestino fa i baffi ad un orologio svizzero mentre a loro hai detto che le tue visite al bagno non sortiscono alcun effetto?

2 commenti:

rosa ha detto...

L'anno scorso ho chiesto ed ottenuto il rimborso activia, è stato abbastanza semplice: bisognava compilare il regolamento con i propri dati, allegare le prove d'acquisto, gli scontrini e una copia della carta d'identità.
Ma la cosa più bella....nel regolamento era specificato ed obbligatorio inserire 5 parole per descrivere come mai non si era soddisfatti .....che trash...veramente demenziale!
Comunque ho compilato tutto e descritto il mio sconforto nel constatare che nonostante avessi assunto activia per quindici giorni non ero riuscita a c...., e alla fine mi hanno inviato un assegno di 14,50 euro circa. È difficile spiegare l'emozione di poter incassare un assegno delle danone e soprattutto descrivere l'espressione dell'impiegata dopo aver visto a caratteri cubitali ACTIVIA sull'assegno! Buon ACTIVIAAA a tutti!

Colonnello kurtz ha detto...

Ciao Rosa,

grazie per questa tua importantissima testimonianza. In effetti mi sono domandato più volte se qualcuno avesse mai chiesto il rimborso Activia.

Ora ne ho la certezza: qualcuno c'è!