mercoledì 14 settembre 2011

Un film: La guerre est déclarée

Regia di Valérie Donzelli

Juliette e Romeo sono una giovane coppia: si amano, si adorano, stanno bene insieme. Si riproducono. Quando il loro bambino ha un anno e mezzo scoprono che ha una rara e aggressiva forma di tumore al cervello.

Film autobiografico: l'affascinante Valérie Donzelli e il suo ragazzo Jérémie Elkaïm hanno scritto, diretto e recitato questo film in base al loro vissuto.
Nonostante il tema potesse essere strappalacrime, sono riusciti a farne un film leggero (nei limiti), ggiovane e in alcuni momenti brillante. Non è la malattia del bambino il centro della storia, ma la loro bella storia d'amore, il loro modo di vivere insieme questa dura avventura.

Voto di Kurtz: cuoricino.




P.S. Negli ultimi 10 giorni è il terzo film che vedo in cui c'è un malato di tumore. Questo puo' voler dire due cose, non mutuamente esclusive:
1/ Se è vero che i film rispecchiano un'epoca, sembra che il tumore sia una delle paure più grandi dei nostri tempi
2/ I sceneggiatori dei nostri tempi hanno poca fantasia.

P.S. 2: il film è stato girato con una Canon EOS 5 Mark II, una macchina fotografica reflex da circa 2 000€.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Quando i PS sono più sviluppati del corpo principale, credo che ci sia da riflettere.

sissi ha detto...

voto l'opzione 1, con l'aggiunta che si tratta di un tema da non troppo liberato dal taboo sociale quindi al momento doppiamente filmato. quali sn gli altri due film?
baci
s

Colonnello Kurtz ha detto...

I film visti nelle ultime due settimane in cui c'è un malato di tumore:

1/ Un jour.
Un personaggio secondario muore di tumore. Non si parla mai della malattia, ma si vede la tizia con una fascia in testa, simbolo inequivocabile del tumore. E poi sappiamo che muore.

2/ Un film passato in tv che la Francese stava guardando mentre io ero al pc.

3/ La guerre est déclarée

4/ Visto ieri: Restless

4 film in due settimane :-(

sissi ha detto...

inthanx!
di un jour avevo visto la bande d annonce e nn m sembrava un gran che, invece restless se lo becco ancora in giro cerco di vederlo!
(confessa: sei ugc o gaumont?!?)
s

Colonnello Kurtz ha detto...

A me non è dispiaciuto Un jour. Nulla di nuovo, pero' simpatico, anche se un po' triste.

Sono tesserato UGC per poter usufruire delle sale Mk2, le mie preferite: molte sale Gaumont trasmettono i film tradotti in francese, e questo non mi piace per nulla :-)

Anonimo ha detto...

bé, io sono gaumont per poter usufruire delle sale mk2...solo che quei MALEDETTI BASTARDI hanno cambiato partner e mi hanno lasciata con la tessera SBAGLIATA :(
però le sale gaumont sn sempre vuote, è una figata, puoi cambiare posto 8 volte a film :)
s

Colonnello Kurtz ha detto...

Anch'io ero con Gaumont, ma quando Mk2 è passata con UGC, io ho fatto lo stesso. A te non era arrivata la letterina a casa dicnedo che potevi resiliare il contratto e passare con UGC?

L'hai visto poi Restless? Dovrebbe essere ancora in giro perché è uscito solo un paio di settimane fa.