mercoledì 17 marzo 2010

Un film: The ghost writer

Link IMDB

Un giovane ghost writer firma un ricco contratto per completare e rivedere la biografia dell'ex premier britannico, Jack Lang, che ora vive in un'isola degli USA con moglie e staff. Il contratto prevede che il ghost writer passi un mese in compagnia del politico per meglio lavorare all'opera. Il percorso non è cosi' semplice: tanto per iniziare, il precedente ghost writer di Jack Lang è morto in uno strano incidente...

Ottimo thriller a sfondo politico firmato Polanski, in cui niente stona: dalla sceneggiatura perfetta e senza una debolezza, all'ottima interpretazione dei 4 attori principali (spicca su tutte Olivia Williams), alla splendida ambientazione (un amico mi ha detto che è stato girato in un paio d'isole al largo della Danimarca).

Voto di Kurtz: doppio cuoricino.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

L'ho visto anch'io. sono abbastzanza d'accordo con la tua critica. dico "abbastanza" perché mi pare che il personaggio del "ghost writer" sia un po' troppo ingenuo, per non dire "tortellone".

e poi lo dico anche eprché Polansky, mi sta sulle scatole dopo gli ultimi avvenimenti (lo so non c'entra niente ma...)
www.radicchiodiparigi.wordpress.com

Auramaga ha detto...

Grazie, cercavo giusto un'idea per sabato.
Poi ti dico se mi è piaciuto.

Colonnello Kurtz ha detto...

Radicchia: non dico nulla del ghost writer per non anticipare nulla a chi non ha visto il film, pero' la tua critica mi pare sensata.

Auramaga: allora, l'hai visto?