domenica 22 agosto 2010

Atti osceni in luogo pubblico

Come durante ogni estate che si rispetti, i quotidiani riportano notizie di multe e divieti più o meno strani.

Devo aver letto la settimana scorsa di una donna multata perché si metteva della crema protettiva contro il sole sul seno: un'altra donna che ha assistito all'orribile spettacolo ha denunciato la donna oscena perché il seno esibito dalla vicina turbava i figli, di 12 e 14 anni.

Riflessione personale: se i figli della donna accusatrice sono sani di mente a quest'ora devono aver già lasciato il nido familiare alla ricerca di un'altra madre :-)

In ogni caso, la mia domanda è: perché una donna con le tette di fuori viene multata mentre è consentito a questi malati di mente non solo di sfilare con il volto coperto (ma come, e la famosa sicurezza?), ma anche di martoriarsi pubblicamente?

Cosa c'è di più diseducativo di flagellarsi e umiliare il proprio corpo?


Fonte

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Kolonnello, che foto orribile....

non ho parole...

www.radicchiodiparigi.wordpress.com

Colonnello Kurtz ha detto...

E bentornata anche alla nostra cara Radicchia. Ora ci sono tutti i miei 4 lettori :-)

Gianfranco ha detto...

a me però la cosa fa tanto settimo sigillo, e mi richiama alla mente anche mecellus wallace e le sue torture medievali...

Colonnello Kurtz ha detto...

Gianfranco, non so tu chi sia, ma sicuramente hai una mente bacata: devi essere uno che vive di citazioni cinematografiche, magari tratte sempre dai soliti 3-4 film :-).

Cordialmente.

Anonimo ha detto...

Prima di sminuire definendo "atti osceni uin luogo pubblico" una manifestazione NON SOLO religiosa potresti anche documentarti. Approfondire non guasta mai indipendentemente dal restare critici o meno sugli eventi che ci circondano. La superficialità va di pari passo con l'ignoranza. Saluti da Guardia Sanframondi, il paese dove sono state scattate le foto.