domenica 8 agosto 2010

Giochi da maschietti

Giochi da bambini

 

Giochi da ragazzi

Da Repubblica sullo stupro della ragazza 17enne a Capri.
...Due amici del papà del ragazzo, che non è ancora arrivato, sostano nella sala d'attesa. Anche loro difendono il ragazzino sotto accusa. "Perché pensare a tutti i costi che ci sia stato uno stupro", dice uno di loro, "se i ragazzi dicono di no, vanno creduti, se hanno detto che è stato un gioco, vuol dire che è stato un gioco. Lo vogliamo criminalizzare per forza?"....

Giochi da uomini

Giovane pugile lasciato dalla fidanzata si vendica massacrando una passante

Ha aggredito e ucciso la prima donna che ha incontrato per strada, una filippina di 41 anni



Sulla violenza degli uomini contro le donne consiglio la lettura quotidiana del blog Femminismo a sud, che su alcune dinamiche sociali mi ha fatto vedere le cose in maniera diversa.

2 commenti:

Ape*chan ha detto...

La notizia è delle più sconvolgenti, di quelle che lasciano sgomenti. La violenza contro le donne è diventata terribilmente "normale".
Le donne sono bersaglio sempre più facile di ignoranza, subcultura, misoginia, falsi valori, violenza cieca. Bisogna correre ai ripari.
Ma la cosa che mi turba di più è stata la quasi nessuna reazione della società civile a questa barbarie.
Non credo di sbagliare se dico che la nazionalità dell'aggredita è probabilmente la ragione di tale assordante silenzio.

Ma in Francia va un po' meglio?

Colonnello Kurtz ha detto...

Ciao Ape,

Non ho dati statistici riguardo la Francia: da quello che leggo, però, mi pare che il fenomeno sia meno accentuato. O semplicemente se ne parla di meno, questo non te lo so dire.

Sicuramente è meno radicata nella cultura francese la cultura 'machista', questo lo posso affermare con certezza.