lunedì 22 giugno 2009

Il giorno più triste.

Questo è un post periodico, che scrivo ogni anno attorno al 21 giugno: ieri, infatti, 21 giugno, era il giorno più lungo dell'anno, oltre che il solstizio d'estate e la festa della musica in Francia.

Per me il 21 è il giorno più triste dell'anno, oltre che il più lungo: sapere che a partire da oggi, 22 giugno, giorno dopo giorno le giornate diventeno inesorabilmente sempre più corte per 6 mesi di seguito a me mette un po' di tristezza.

E siccome ognuno di noi ha qualche fissazione, anch'io non voglio essere da meno: ogni anno riporto in questo post l'orario del tramonto delle città che mi vengono in mente o dove abitano delle persone a cui tengo.

Qualcuno potrebbe obiettare che l'ora del tramonto per un certo giorno dell'anno non cambia di anno in anno e che quindi mi basterebbe fare questa ricerca una volta per tutte e appuntarmi i risultati: è vero.

Ma è pur vero che se facessi cosi' non saprei cosa fare il 22 giugno.

E voilà i risultati della mia interessantissima ricerca:

Parigi: 21.58

Lille: 22.03

Londra: 21.21

Stoccolma: 22.08

New York: 20.32

San Pietroburgo: 23.08

Milano: 21.18

Bologna: 21.03

Alessandria: 21.15

Torino: 21.20

Roma: 20.49

Reggio Calabria: 20.23

Lugano: 21.18

Copenhagen: 21.57

Ravenna: 20.59

Como: 21.17

Lecco: 20.21

Ci risentiamo per il giorno più felice dell'anno, il 21 dicembre.

2 commenti:

lola ha detto...

Mi raccomando, risentiamoci prima ! Sei mesi senza il Colonnello ? Eh no eh !

Colonnello kurtz ha detto...

Ciao Lola, non ti preoccupare: cerchero' di scrivere qualcosa entro il 21 dicembre!

La settimana prossima cambio casa, quindi è probabile che non mi possa dedicare al blog.