martedì 2 giugno 2009

Un film: The boat that rocked

UK, 2009. Richard Curtis
Mk2 Bibliothéque, 01.06.2009
Titolo francese: Good morning England
Titolo italiano: I love Radio Rock

Anni '60, un giovane liceale dai risultati scolastici poco brillanti è mandato dalla madre a raggiungere il suo padrino, Quentin, sulla nave dove vive. La nave ospita Radio Rock, una radio pirata, e trasmette rock'n roll ininterrottamente dal largo della Gran Bretagna, animata da una quindicina di collaboratori.
Il ragazzo scopre la vita in comune, l'amicizia, l'amore, le delusioni e ovviamente la musica.

Mi è piaciuto tantissimo questo film, leggero e divertente. I toni della commedia, che non volge mai al drammatico, ma gli argomenti affrontati non sono leggeri: tanto amore per il rock, per la musica in generale e per i vinili, la libertà e il proibizionismo, il passaggio all'età adulta, le radici.

Questo film conferma che Philip Seymour Hoffman è uno dei miei attori preferiti: il ruolo del Conte gli sta benissimo.

Alcune scene da ricordare: la scalata sul ponte, il naufragio, la cena del ministro con il suo consigliere e moglie.

Grande colonna sonora, integrata nel film come raramente si vede.

Voto di Kurtz: doppio cuoricino.

5 commenti:

side83 ha detto...

Anche io l'ho visto e adorato! Andate andate andate tutti numerosi :D

Anonimo ha detto...

da non perdere

kokeicha ha detto...

Due cuoricini su quanto??? ^^ Io come scena memorabile ho quella in cui loro hanno passato la notte vagando per i bar della città... quella sì, che era una scena magistrale. Quella del naufragio invece non mi è piaciuta molto, ma nel complesso è un film sicuramente da non perdere.

Auramaga ha detto...

Molto divertente il tuo blog.
Tornerò più spesso :)

Colonnello kurtz ha detto...

Che bello: solo commenti da ragazze a questo post! Mi sento un po' come Guido (Marcello Mastroianni) in Otto e mezzo.

Kokeicha, la mia scala di valori cinematografici è spiegata in dettaglio a questo link:
http://storieinutili.blogspot.com/2007/08/proposito-di-cuoricini.html

Auramaga: grazie per i complimenti, ti aspetto nei commenti del blog più seguito del blog del pianeta. Da me.