venerdì 6 novembre 2009

Un film: (500) days of Summer


Link IMDB
Mk2 Bibliothéque. Certo che se qualcuno volesse farmi fuori saprebbe dove trovarmi.

Lui e lei: si incontrano e si innamorano. La loro coppia.

Potrei parafrasare il mio amico Jonny che defini' il film Matrix Uno spot della Nokia gonfiato a 90 minuti e definire 500 days of Summer Uno spot dell'Ikea gonfiato a 96 minuti. Penso che in questo film la tecnica della pubblicità indiretta (product placement per i fighi) abbia raggiunto uno dei suoi apici.

Al di là di questo, bisogna ammettere che il film in questione, in uscita in Italia a fine novembre, è simpatico e guardabile: nulla di più di una stereotipata storia di coppia, sia chiaro, pero' raccontata bene e con delle belle trovate registiche. Mi viene in mente per esempio quando lui dopo la rottura va ad una festa da lei. Lo schermo è diviso in due orizzontalmente: da una parte c'è l'attesa, come lui immaginava l'incontro (lei che gli si butta sulle braccia, che si entusiasma per il regalo, che non lo molla per tutta la serata), dall'altra la realtà, come le cose sono realmente andate (lei che lo saluta formalmente, che guarda il regalo senza troppo entusiasmo, lui in mezzo agli altri ospiti come una qualunque persona).

Se un giorno faro' un film sulla mia vita, cosa che tutto il mondo si augura, rubero' l'idea a questo regista. Da una parte dello schermo metto le attese degli spettatori, dall'altra cio' che volevo davvero raccontare.

Voto di Kurtz: più.

2 commenti:

radicchio ha detto...

mah: io sono rimasta delusina. Come dire: si guardabile, ma ALLA TELE e se non c'è nulla di meglio quella sera!
Il personaggio di lei, poi, mi da francamente sui nervi.
mah, niente di che

Colonnello Kurtz ha detto...

Si', infatti non ho detto che è un grande film: il classico film che vedi e poi dimentichi subito.

Al contrario di te, pero', non ho trovato lei antipatica.