lunedì 25 gennaio 2010

Un film: Bright star


Link IMDB

Il giovane poeta inglese John Keats e la bella Fanny Brawne, ottima ricamatrice ma ignorante sulla poesia: il loro incontro, la loro passione amorosa.

Film biografico, girato con classe e delicatezza e con due ottimi attori perfettamente calati nella loro parte. Belle immagini, ma nel complesso non mi ha fatto sobbalzare dalla sedia.

Voto di Kurtz: più.

4 commenti:

Ape*chan ha detto...

Qui non è ancora uscito.
Andrò a vederlo. Jane è così brava con le storie d'amore ottocentesche (e chi si dimentica lezioni di piano?). Il trailer è accattivante e l'accento very british. Pensa che a Natale sono stata per la prima volta ad Hampstead, un quartiere residenziale a nord di londra dove Keats ha vissuto prima di partire per l'italia e dove c'è una sua casa museo.
Ciao

Colonnello Kurtz ha detto...

Quando Lezioni di piano usci', all'inizio degli anni 90, non ero ancora appassionato di cinema e durante la visione me ne sono andato.

Poi non l'ho più visto non per scelta ma perché non è capitata l'occasione. Ora mi piacerebbe rivederlo, e sono convinto che lo apprezzerei.

Bright star è un buon film, non lasciartelo scappare quando esce.

Ape*chan ha detto...

Che cosa hai fatto???????????????? Abbandonato la sala mentre andava in scena la nuova zelanda verde e fangosa, i maori tatuati, harvey keitel ruvido e appassionato, una fotografia da sogno, la colonna sonora di Nyman bella da piangere, insomma uno dei più bei film d'amore degli ultimi anni???????
Peccato. Nun sai che te sei perso.

Io che di lezioni di piano sono un po' malata ce l'ho nella mia piccolissima videoteca lo uso come ricostituente romantico, e ogni tanto lo rivedo.
E' si un film romantico, ma è soprattutto un bel film.
Lo devi assolutamente vedere.

Sarà il tuo impegno per il weekend :)

Colonnello Kurtz ha detto...

Guarda, ero molto giovane (solo 20 anni!).

Non lo rivedro' nel week end perché non mi piace vedere i film a casa, quindi aspettero' una rassegna sulla Campion e lo vedro' al cinema.

La colonna sonora piace molto anche a me, mentre Harvey Keitel non mi fa impazzire (a parte ne Il cattivo tenente, di Ferrara).

Ciao Ape.